la parete manovrabile con una storia da raccontare; una storia certa, in un epoca di incertezze. Dalla psicologia e dagli studi di Aristotele apprendiamo che le forme geometriche rimandano alla sicurezza e le prime forme d’arte che hanno affascinato l’uomo sono quelle geometriche perché un oggetto geometrico corrisponde a una forma riconoscibile all’occhio umano. Si pensi alle piramidi o all’organizzazione di strade e città dell’Impero Romano. I giochi geometrici della parete manovrabile suscitano emozioni e creano dinamicità di spazio. Disponibile in moltissime finiture, vuole inserirsi negli ambienti come un attore su un palco che agisce nel pieno rispetto della scena e degli spettatori, dosando le luci per illuminare le diverse situazioni del vivere quotidiano. Il dimmer è in grado di variare l’intensità dei Led che sono disposti in modo tale che il fascio luminoso non arrivi mai direttamente agli occhi dello spettatore ma si diffonda sui pannelli tridimensionali suscitando curiosità e interesse.